LA PANARDA

CENA DI AMBIENTAZIONE MEDIEVALE

con degustazione di piatti tipici e spettacoli di saltimbanchi, giocolieri, mangiafuoco, combattenti, streghe, danzatrici, cantori, musici, cartomanti e con il “Guardiano di Panarda”

Panarda
dscn0102 30
panarda 1
panarda 2

Si tratta di una antichissima tradizione nata in Abruzzo e la cui origine si fa risalire agli inizi del Rinascimento. Era un banchetto sacrale imbandito in particolari occasioni (mediamente con cadenza annuale) a favore del popolo dal "Signorotto di Contrada o di Quartiere". Con la "Panarda" quest'ultimo aveva l'occasione per farsi "perdonare" per le sue ricchezze. La "Panarda", in sostanza, consisteva in una sfilata infinita di pietanze servite in un numero considerevole di portate (tra le 40 e le 50). Uno scoppio di cannone annunciava l'inizio del rito conviviale. Particolarità era che ad ogni piatto servito gli ospiti erano strettamente controllati dal "Guardiano di Panarda" che sparava un colpo di fucile in caso di eventuale rifiuto da parte di qualcuno. Era quindi d'obbligo giungere al termine del convivio degustando ogni succulenza, poiché un eventuale rifiuto era considerato offensivo nei confronti del nobile signore. L'Associazione Culturale "Il Mastrogiurato" ripropone, a distanza di tanti anni, una tradizione ormai da tempo scomparsa. Nessun obbligo, naturalmente, di abbuffarsi, ma un'opportunità di ritrovarsi e stare bene insieme nella splendida cornice ambientale dell'Auditorium Diocleziano di Lanciano rivivendo le atmosfere di un tempo. Si avrà l'opportunità di gustare il prelibato menù e di assistere a spettacoli di intrattenimento medievale con giocolieri, mangiafuoco, danzatrici, musici, cantori, chiromanti, cartomanti, spadaccini, saltimbanchi.